Misuratore di portata per gas COMBIMASS BINDER

Misuratore di portata gas a dispersione termica

COMBIMASS® è il risultato di oltre 25 anni di esperienza e di sviluppo della tecnologia a dispersione termica da parte del gruppo tedesco BINDER, rappresentato in Italia da Innovative Instruments di Milano.

I modelli della serie COMBIMASS® consentono la misura diretta della portata in Nm3/h o la portata massica del gas in kg/h, senza essere influenzati dalle variazioni di pressione e temperatura. Il concetto modulare della serie COMBIMASS®, grazie alla combinazione di alcuni modelli base con sensori di diversa geometria, permette di assemblare un misuratore di portata perfettamente dimensionato per ogni singola applicazione.

Le caratteristiche costruttive dei sensori COMBIMASS® garantiscono elementi particolarmente robusti, resistenti alla corrosione, con minima perdita di carico, assenza di parti mobili e quindi poca o nessuna manutenzione. L’alta tecnologia dei sensori COMBIMASS® ha come risultato alta precisione della misura, minima deriva del segnale ed eccellente stabilità, anche in presenza di condizioni operative critiche con temperatura e pressione elevate.

Le molecole di un gas che fluiscono su un elemento riscaldato ne assorbono il calore provocandone il suo raffreddamento. Il principio di misura della serie COMBIMASS® si basa su questo effetto per misurare la portata dei gas. Il grado di raffreddamento dipende direttamente dalla quantità di molecole di gas che passano sul sensore e pertanto così facendo,tramite opportune funzioni matematiche, avviene una misura diretta della massa del gas.
Altre tecnologie utilizzate per misurare la portata di gas misurano la portata volumetrica operativa anziché la portata massica; in questo modo, la lettura del misuratore viene notevolmente influenzata dalle variazioni di pressione e temperatura ne consegue che si richiedono trasmettitori di pressione e temperatura per la compensazione.

Il punto di forza di COMBIMASS® per il calcolo della portata è l’indipendenza dalle condizioni operative del gas e quindi il suo valore può essere letto direttamente. Il sensore della serie COMBIMASS® è dotato di due elementi, uno riscaldato (T2) e uno di riferimento (T1) (T2>T1), utilizzati per determinare la quantità di calore assorbito dal gas. Questo valore è direttamente proporzionale alla portata massica del gas. Il segnale viene generato sia a potenza di riscaldamento costante, valutando le differenze di temperatura tra i due elementi del sensore, sia a differenziale di temperatura costante, regolando e calcolando la corrente di riscaldamento richiesta.

Perciò occorre distinguere i due principi citati:

  • Potenza costante, questo principio si è dimostrato ideale nelle applicazioni che richiedono un segnale di portata estremamente stabile; questo sistema è la scelta migliore per misurare bassi valori di portata, per misurare gas sporchi umidi e per funzioni di regolazione.
  • Temperatura costante, questo principio è usato principalmente per funzioni di misura; è ben conosciuto per la velocità di risposta. In presenza di gas puliti, è ideale per misurare alte portate o per monitorare processi dinamici.

COMBIMASS® utilizza entrambi i principi e pertanto può selezionare quello più idoneo per l’applicazione e le funzioni richieste dal cliente.

I sensori della serie COMBIMASS® sono elementi insuperabili per precisione e stabilità. La scelta del sensore è elemento cruciale per ottenere una misura precisa ed affidabile; l’offerta di un’ ampia gamma di differenti sensori consente di effettuare la migliore selezione per ogni tipo di applicazione. I sensori della serie COMBIMASS® sono costruiti in acciaio Inox o in materiale speciale per essere compatibili col gas da misurare
e forniti in diversi diametri, lunghezze e connessioni, per semplificarne il montaggio sull’impianto.

Moderne tecniche costruttive unitamente alla richiesta di alti standard di sicurezza consentono l’applicazione di COMBIMASS® anche in aree potenzialmente pericolose, con pressioni fino a 60 bar e con temperature fino a 350°C. Per l’utilizzo in aree pericolose, classificate fino a zona 0, il misuratore può essere fornito nelle due versioni EExia e EExd, in accordo alle norme Atex. I modelli della serie COMBIMASS® sono costruiti in accordo alle PED e alle AD2000 per componenti in pressione, pertanto non sono necessarie ispezioni di enti terzi dopo l’installazione del misuratore. Disponibile in esecuzione standard con uscita analogica 4-20 mA ed, in opzione uscita digitale RS232 con protocollo di comunicazione Hart e Profibus.

COMBIMASS®, a differenza di altre tecnologie tradizionali, ha una dinamica di misura molto elevata, con turndown standard 1:100 e precisione del +/- 0,2% in condizioni di laboratorio. Questo consente di misurare portate sia prossime allo 0 che estremamente elevate fino a 120 Nm/sec. di velocità senza alcuna necessità di pressione differenziale per funzionare.

L’elemento di misura non avendo parti in movimento è anti- otturante garantendo una elevata affidabilità a lungo termine.

Un sistema di estrazione consente la rimozione dell’apparecchio dal processo senza arrestare o intercettare l’applicazione per permettere la pulizia e la manutenzione del sensore senza difficoltà.

Con una simile tecnologia di misura di alta precisione, una corretta taratura del misuratore è la chiave per ottenere una misura precisa della portata. Nel moderno Centro di Taratura CAMASS® presso lo stabilimento BINDER vengono ricreate esattamente le condizioni operative dell’impianto per effettuare una corretta taratura, specifica ed individuale per ogni misuratore.

Combimass si adatta perfettamente ad ambienti critici tipici dell’industria oil & gas,chimica e petrolchimica, trattamento acque, centrali elettriche e cartiere.
Ha una vasta gamma di applicazioni comprendente il controllo di gas naturale e gas metano,misura di aria compressa,sistemi di condizionamento e raffreddamento,linee di alimentazione di riscaldatori e bruciatori gas per forni industriali.

Il sistema di misura COMBIMASS® è stato recentemente ampliato con l’Analizzatore GA-m, in esecuzione sia fissa che portatile, per l’utilizzo negli impianti di biogas e di depurazione gas da liquami e da discarica. Può effettuare l’analisi fino a 7 componenti del gas, visualizzare le relative percentuali sul display, essere collegato fino a 9 sensori calibrati, essere utilizzato in zone pericolose (certificato Atex, zona 1 e 2).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *